Chiunque senta questo magico e mistico nome se ne innamora ancor prima di averlo visto!

 

Il Sacro di Birmania e' un gatto davvero unico e ce se ne rende conto non appena lo si intravvede.

 

E' unico per i suoi meravigliosi occhi blu che ornano una maschera dolcemente colorata, per i suoi guanti bianchi -marchio inconfondibile ed obbligatorio di questa razza- che seducono per la loro delicatezza.

 

Ma è unico anche per tutte le sue qualità! Il suo pelo classificato "semilungo" è morbido e setoso; leggermente ondulato non fa mai nodi e tolettarlo è per lui un vero momento di piacere!   

          

Ha una splendida coda a pennacchio che porta -a mo' di scoiattolo-  sempre diritta quando cammina.

 

In inverno il suo pelo si infoltisce -specie nei soggetti maschi- evidenziando una lussureggiante criniera da leone!

 

Il Birmano ha un aspetto da porcellana ma è un gatto robusto che ama cacciare, giocare e correre per poi, un attimo dopo, andare ad acciambellarsi sulla sua poltrona preferita e farsi riempire di coccole :-) !!! 

 

INDICE

1) IL BIRMANO

 

2) I SUOI COLORI

I Colori Classici

 

Seal-Point

Blue-Point

 

I Nuovi Colori

 

Chocolate-Point

Lilac-Point

Red-Point

Cream-Point

 

Le Tortie

Seal-Tortie

Blue-Tortie

Chocolate-Tortie

Lilac-Tortie

I Tabby & Le Torbie

 

Seal-Tabby/Torbie

Blue-Tabby/Torbie

Chocolate-Tabby/Torbie

Lilac-Tabby/Torbie

Red-Tabby/Torbie

Cream-Tabby/Torbie

IL CINNAMON-POINT E IL SILVER-POINT
*prossimamente*

 

 

 

LA LEGGENDA

Il Gatto Sacro di Birmania possiede una delle piu' belle leggende esistenti nel mondo felino:

"C'era una volta il tempio di Lao-Tsun, in Birmania, dove viveva un Sant' uomo di nome Mun-Ha, un venerabile Kittah che si consacrava tutto il giorno alla contemplazione della dea d'oro dagli occhi di zaffiro: Tsun-KianKse'.

Il Santo era sempre in compagnia dei suoi 100 gatti Bianchi a cui faceva capo "Sihn" il suo gatto preferito. Tutti avevano gli occhi del colore dell'oro e il corpo bianco ma il loro muso, le loro zampe, e la loro coda erano del colore scuro della terra quale segno di impurezza. Tutto nel tempio si svolgeva in pace e in armonia.

Un bel giorno, pero, Lao-Tsun fu assalito dai nemici e il venerabile Mun-Ha si spense.
Al momento della sua morte, Sihn balzo' sulla testa del suo amatissimo padrone e porto' il suo sguardo verso la dea d'oro fissandola ininterrottamente.
Tsun-KianKse' commossa per il coraggio di Sihn fece avvenire un miracolo:

La pelliccia bianca del gatto divenne improvvisamente del colore dell'oro, come la luce che emanava la dea, i suoi occhi si trasformarono in un Blu Zaffiro intenso e puro come quelli della dea e le sue dita, che toccavano la testa del Sant'uomo, dal colore scuro della terra, divennero di un bianco candido in segno di purezza...

Sihn veglio per qualche giorno sul suo padrone e poi mori'.
Dopo 7 giorni gli altri 99 gatti bianchi del tempio si tramutarono anch'essi nello stesso colore....

E da quel giorno questo animale fu considerato Sacro.

 

INDICE

IL CARATTERE

Il gatto Sacro di Birmania e' dolce ed affettuoso. E'un gatto curioso che si interessa a tutto cio' che fate: Se uscite per fare compere aspettera' con ansia il vostro ritorno ispezionando, poi, da cima a fondo tutto cio' che avete riportato,mentre tra pacchi e buste della spesa elemosinera' le sue tanto amate carezze!

E' un gatto molto semplice che si accontentera' perfettamente della vita in appartamento; tuttavia, se gli sara' concesso, non disdegnera' affatto un giardino dove poter rincorrere gli uccelli, gli insetti, o saltare per afferrare una mosca!!!

il Birmano ha una voce molto dolce ed e' un gatto "chiacchierone" che adora dialogare con voi e sapra' esattamente come farvi capire cio' che vuole!!

Adora giocare ma desidera altrettanto la presenza e l'affetto del suo amatissimo compagno umano, perche' non ama molto stare da solo tanto da diventare triste se lo si trascura. In tal caso e' consigliabile prendergli un compagno felino.

Proprio per questo sconsiglio questa razza alle persone che gia' sanno di non potergli dedicare tempo, perche' e' un animale davvero speciale, E' intelligente e sveglio..e ..vivere con lui e' un PRIVILEGIO!!!

INDICE

LO STANDARD

Standard F.I.Fe del Gatto Sacro di Birmania
 

Generale Di taglia Media; zampe corte e forti; piedi rotondi. I maschi sono pi� massicci delle femmine.
Testa Forma Ossatura robusta, guance piene e arrotondate, fronte leggermente bombata.
Naso Di media lunghezza senza stop con lieve depressione marcata dal pelo.
Mento Forte e consistente
Orecchie Piuttosto piccole e arrotondate; posizionate leggermente inclinate, non troppo sulla sommit� del cranio e ben distanziate
Occhi Non troppo arrotondati, leggermente ovali, di colore blu il pi� scuro e intenso possibile
Corpo Di struttura lievemente allungata.
I maschi devono essere pi� massicci delle femmine
Zampe Corte e grosse; piedi arrotondati.
Guanti La particolarit� de Gatto Sacro di birmania sono i piedini bianchi che vengono chiamati "Guanti" o "Guantaggio", sia nei piedi anteriori sia in quelli posteriori.
I Guanti devono essere di un bianco assolutamente puro. Devono fermarsi all'articolazione ovvero al passaggio tra dita e metacarpi, al di sopra dei quali non devono estendersi.
Possono essere tollerati guanti leggermente pi� alti sulle zampe posteriori.
Questo bianco finisce a punta sulla fascia plantare delle zampe posteriori.
Il guanto posteriore ideale (chiamato anche gambaletto) termina in "V" rovesciate che si estendono da met� a tre quarti dello spazio tra piede e garretto.
Guantaggi pi� bassi o pi� alti sono tollerati purch� non superino il garretto.
L'importanza nel guantaggio st� nella ripartizione regolare e simmetrica del bianco tra le due zampe anteriori; tra le due zampe posteriori; e ancor meglio tra tutte e quattro le zampe.
Coda Di media lunghezza, a pennacchio.
Pelliccia Lunga o semilunga secondo la parte del corpo. Pi� lunga sul dorso e fianchi, poco sottopelo, tessitura setosa. Corta sul muso, la pelliccia diventa gradualmente pi� lunga sulle guance fino a formare una ricca gorgiera (o collare).
Colore Presenta tutte le caratteristiche tipiche Himalaiane ma con i quattro piedini bianchi (guanti).
Le punte, che includono maschera, orecchie, zampe, coda e genitali, devono essere uniforme e in buon contrasto con il colore del corpo.
Il colore della pelliccia e del ventre � di una tinta guscio d'uovo molto chiara; il dorso � beige dorato in tutte le variet�.
Solo nei gatti adulti il colore delle punte e del corpo � perfettamente sviluppato.
Note Il Gatto Sacro di Birmania presenta una morfologia particolare che lo rende unico ed inconfondibile
Il tartufo deve essere in tinta col mantello; i cuscinetti sono rosa o rosa e in tinta col mantello.
Difetti che precludono il C.A.C pelliccia Bianco puro o chiazze colorate sullo stomaco o sul torace.
naso Pigmentazione incompleta della cute del naso.
  zampe Risalite importanti di bianco sui lati o sulla parte posteriore dei guanti delle zampe anteriori e/o posteriori, meglio conosciuti come lacci.
  Pelliccia Chiazze bianche sulle parti colorate e viveversa.
Macchia Bianca sui genitali

INDICE

IL PREZZO

Quanto costa uno di questi magnifici gattini?

E' Ovviamente una delle prime domande che ci si pone :-)

 

Per i piu' frettolosi ecco subito la risposta ma consiglio loro di prendere il tempo di leggere anche oltre ;-)

Per un cucciolo da compagnia dato con pedigree (Fife) e doppia vaccinazione, si deve contare di partire dagli 800/850 Euro (a volte meno) sapendo che si puo' salire fino ai 1.000/1.300 Euro (e oltre) per soggetti da esposizioni e/o di particolari linee di Sangue.

Ovviamente queste ultimi sono i piu' rari ma nel mezzo si trova spesso una giusta forchetta che riesce ad accontentare molte persone, che viene chiamata cuccioli da Riproduzione che va dai 900 ai 1000 euro circa.

 

Vediamo pero' come vengono determinate le tariffe.

 

Innanzi tutto bisogna decidere se lo si vuole da compagnia, da esposizione o da riproduzione.

Va da se che la scelta di un esemplare da mostra comportera' un aumento di prezzo in quanto futuro campione! Questo piccolo fortunato dovra' pero' rivelare tutte le caratteristiche dello standard, o comunque avvicinarsene il piu' possibile.

Un cucciolo che invece non dovra' mostrare guanto al giudice nella sua vita potra' sicuramente permettersi di avere qualche difettuccio, e di conseguenza essere un po' meno caro.

Nei gattini (ed in particolar modo nei Sacri di Birmana) e' da sapere che il prezzo puo' variare tra due o piu' cuccioli, anche se appartengono aIla stessa cucciolata, il tutto dipendera' dalla qualita' dei genitori, dalle genealogie ma soprattutto dal rapporto tra il micino e lo standard della sua razza.

Allevare, contrariamente a cio' che pensano tutti, non significa guadagnare ma spendere molti soldi: A partire dalla scelta dello stallone, il compenso che va dato al suo proprietario per i servizi di monta :-), i test, le visite dal veterinario per gli opportuni controlli, eventuali interventi chirurgici ( cesarei ecc..), le dichiarazioni di nascita dei cuccioli, la richiesta dei Pedigree, le vaccinazioni ai piccoli senza contare le spese per le medicine ( sverminazioni ecc...), i certificati di buona salute, la spesa generale per i piccoli (dagli omogeneizzati ai prodotti zootecnici..), le spese per le varie inserzioni sui giornali, le iscrizioni alle mostre in modo da poterli sistemare al meglio...ecc.. ecc.. Potrei andare avanti cosi' per molto ... ma preferisco fermarmi qui... !!!

In Italia gli allevamenti di Birmani sono onotevolmente cresciuti rispetto a soli 5 anni fa e si riescono quindi a contare numerosi allevatori nel nostro paese, nonche' una vasta scelta nei cuccioli!

Quindi, come gia' anticipato sopra, oggi, per avere un esemplare di questa razza bisogna contare di spendere intorno agli
850 Euro (a volte meno) per un cucciolo da compagnia con pedigree ANFI-FIFe e vaccinazione Trivalente (Panleucopenia, Rinotracheite Virale e Affezioni da Calcivirus) completa -come da regolamento FIFe, Va da se' che se l'allevatore avrà aggiunto altri tipi di vaccini, il microchip o anche già fatto il passaporto, il prezzo potrebbe sensibilmente salire. Per avere invece un esemplare da esposizioni e/o di particolari linee di Sangue, come dicevamo prima, in Italia si puo' arrivare fino ai 1.300 Euro e talvolta anche oltre !

Ovviamente queste ultimi sono i piu' rari e devono rientrare rigorosamente nelle caratteristiche richieste dal loro standard. Inoltre il piu' delle volte contano svariati campioni nelle loro genealogie!!!

Come dicevo prima, nel mezzo si trova spesso una giusta forchetta che riesce ad accontentare molte persone e che viene chiamata cuccioli da Riproduzione. Il prezzo di tali gattini si aggira fra i 900 e i 1000 euro sempre inclusi di Pedigree e doppia vaccinazione Trivalente.


E' buona regola pero' sapere che ogni allevatore puo' fissare le sue condizioni di vendita in modo autonomo. Talvolta pertanto si possono trovare prezzi inferiori, talvolta prezzi un filino piu' cari... Ognuno sa le spese che ha dovuto affrontare che vi puo' anche dimostrare. L'essenziale essendo tuttavia di rimanere nella forchetta di Mercato.

INDICE

DA COMPAGNIA, ESPOSIZIONE O RIPRODUZIONE ?

Gatto da Compagnia: Come saprete la caratteristica principale del Gatto Sacro di Birmania e' data da quei suoi meravigliosi guantini Bianchi in fondo alle zampe, segno inconfondibile di questa razza che fanno di lui un gatto maestoso!

Ahime' questo fattore non e' geneticamente fissato e lo standard stabilito (che gli viene quindi richiesto in esposizione) e' tra i piu' severi del mondo Felino!

Il Birmano da Compagnia sara' quindi quel Gatto che pur essendo spettacolare avra' pero' quei "difetti" di standard (macchie di Latte, forti risalite, strabismo, nodo alla coda ecc...) tali da non permettergli una carriera espositiva e spesso neanche una carriera da riproduttore.

 

Gatto da Esposizione: Il Birmano da esposizione e' la perla rara che tutti gli allevatori vorrebbero veder nascere nel loro allevamento!  A questa meraviglia che -data la sua complessa genetica- rappresenta purtroppo solo una bassa percentuale delle cucciolate (calcolato su una grande quantita' di gatti), si  richiedera' quasi l'inverosimile e cioe':

Una buona struttura (ne' troppo lunga ne' troppo cobby), una bella testa (ne' troppo a punta e ne' troppo tonda) con un buon profilo (naso non troppo corto ma non troppo lungo e se con Gobba sarebbe maggiormente gradito, fronte bombata (ma non troppo!), delle orecchie che di preferenza non dovrebbero essere ne' troppo piccole ma neanche troppo grandi e per di piu' si vorrebbero anche ben piazzate!

Ovviamente non deve mancare un impeccabile (possibilmente) guantaggio (anche se la perfezione è assai difficile da ottenere!)  senza il quale il nostro amato gattino verrebbe quasi automaticamente escluso dalle mostre feline!

 

Gatto da Riproduzione: Come dicevo prima, questa "denominazione" si trova a metà strada tra il gatto da compagnia e il gatto da esposizione! Attenzione spesso puo' essere erroneamente interpretata dal lettore o comunque da chi non si trova in questo mondo !

In effetti non bisognerebbe confondere tra la RIPRODUZIONE in senso lato (ovvero la capacita' fisica per un essere vivente di riprodursi) e la SELEZIONE (ovvero il miglioramento della razza in base al suo standard)!

Tutti i gatti hanno ovviamente la capacita' di riprodurre cuccioli (anche i gatti comunemente chiamati "da Compagnia") e quindi l'appellazione "riproduzione" nell'allevamento felino si intende di conseguenza per selezione!

 

Talvolta per poter selezionare al meglio una razza (e quindi portarla il piu' vicino possibile al suo standard), un allevatore vorrebbe evitare di utilizzare quei gatti che sono portatori di "difetti" seppur benigni (e/o malattie congenite) che andrebbero quindi a ripetersi su diverse generazioni.

A tale scopo e' stato creato dall'ANFI un "Pedigree Chiuso" che permettera' da un lato al nostro gatto di avere il suo documento di identita' con tutta la genealogia (cosa che non dovrebbe mancare MAI) e dall'altro di assicurare all'allevatore che questo gatto non potrà avere discendenti riconosciuti perché se anche il proprietario del gatto andasse contro il volere dell'allevatore e lo facesse riprodurre, gli eventuali discendenti non avranno un pedigree in modo da non poterli includere in un programma di selezione. E non saranno neanche considerati gatti di razza agli occhi dello stato.

 

Viceversa un gatto puo' anche non avere difetti che lo precludano dalla riproduzione ma non possedere ahimé neanche un guantaggio da esposizione!

In compenso pero' questa tipologia di gatto puo' rivelarsi essere un ottimo soggetto per la selezione!

Il Birmano da riproduzione sara' quindi quel gatto che pur NON avendo i guantini ad hoc, possiede pero' delle caratteristiche tali da volerle inserire nella selezione per il miglioramento dei futuri cuccioli e quindi anche dello standard (ad esempio degli occhi molto scuri e/o una morfologia/struttura interessante ecc...ecc...)

Questo gatto anche se "escluso" dal campionato, sara' pero' un buon riproduttore!

INDICE

Il Seal-Point

Il colore Seal e' stato per oltre 20 anni

il solo ed unico colore del Gatto Sacro di Birmania;

E' il piu' contrastato:

I point (maschera, orecchie, zampe, coda e genitali) vanno dal bruno scuro al nero e contrastano con il resto del mantello bianco che, piano piano, assumera' riflessi guscio d'uovo con marche dorate sul dorso.

 

Con l'eta' la superficie della maschera tende ad allargarsi ed alcuni soggetti possono scurire anche sopra la testa, tra le orecchie.

Questo eccesso di colore e' considerato un leggero difetto nelle esposizioni.

 

Anche la sua suntuosa pelliccia tende a scurire con l'avanzare degli anni, soprattutto nei gatti riproduttori ed in particolare nei maschi interi.

 

 

 

I Seal-Point devono avere degli occhi di un blu il piu' scuro possibile il che, di solito, si riesce ad ottenere senza troppi problemi...

 

Il Blue-Point

 

E' nel 1950 che in Francia appare per la prima volta il gene Blu, portato nel Birmano attraverso un programma di allevamento che includeva dei gatti "Kmers" e dei persiani Blu Colourpoint (che a quell'epoca, non dimentichiamocelo, non erano cosi' estremi come lo sono oggi ma piuttosto tondi di muso).

 

Il colore Blu altro non e' che la diretta diluizione del Seal e, come tale, risulta piu' chiaro:

 

In effetti i point (maschera, orecchie, zampe, coda e genitali) sono grigio-blu ardesia e il manto, bianco nei piccoli, prendera' dei riflessi grigio-beige nel gatto adulto che saranno meno dorati rispetto al seal.

 

Anche gli occhi sono solitamente piu' chiari nel blue-point che nel seal-point. Si deve pero' cercare di ottenerli il piu' scuro possibile.

INDICE

 

Il Chocolate-Point

 

 

 

Dopo il 1975 nel patrimonio genetico del Birmano fu introdotto il colore "marrone" (insieme alla sua diluizione lilac) attraverso dei matrimoni con gatti siamesi e persiani colourpoint portatori di tali varieta'.

 

Anche il Birmano chocolate point, ma un po' meno del Seal, e' molto contrastato in età adulta.

 

Le estremita' sono di un colore marrone molto caldo (Nutella) che quindi non tendera' mai al nero come invece lo fa il Seal-Point, e la sua pelliccia rimane sempre molto bianca.

 

 

Il Chocolate-Point come suo cugino Seal-Point non essendo un colore diluito ha degli occhi molto scuri che spesso tendono al viola, caratteristica ereditata dal Siamese.

 

 

Il Lilac-Point

 

Come il Blue lo e' per il Seal, il Lilac-Point e' la diretta diluizione del Chocolate-Point.

Le sue estremita' (o points) sono di un grigio rosato che tarda molto a pigmentarsi.

 

Alla nascita, come per diverso tempo, il corpo e' completamente bianco e piano piano assumera' dei stupendi riflessi di colore Magnolia.

 

Il Lilac e' uno tra i colori piu' pallidi del Birmano e a volte risulta molto difficile (anche per un allevatore esperto) valutare il disegno dei guanti

su un soggetto giovane.

 

 

Polvere

 

 

Il Birmano Lilac anche se di colore diluito

puo' comunque vantare degli occhi stupendamente Blu-Viola.

INDICE

IL GENE ARANCIO

(o RED)

Ottenere questa colorazione in un allevamento risulta essere molto facile se si pensa che il gene "orange" viene introdotto in seguito ad un accoppiamento con un riproduttore che lo possiede essendo esso un gene dominante.

In effetti appare subito dalla prima generazione e grazie a questo colore e alla sua diluizione "Cream" si possono ottenere tutte le varita' "Tortie-Point" che vedremo poi di seguito.
 

Il Red-Point

Anche nei Birmani Red bisogna essere molto pazienti prima di vedere correttamente il disegno dei guanti. Il colore rossiccio delle punte in effetti dona molto meno contrasti con i guanti che per i colori tradizionali o i chocolate-point. Gli adulti spesso hanno un manto molto chiaro che con il passare degli anni prende il classico colore Rosso dorato (una stupenda colorazione fulvia...).

Si noti che anche che su soggetti solidi appaiono dei segni tabby comunemente chiamate "Marche Fantasma" (o in Inglese "Ghost Markings") e in modo particolare sulla maschera che comunque con il tempo si andranno ad attenuare.
Proprio per questo motivo pero' anche gli allevatori possono avere delle difficolta' ad identificare un giovane soggetto tabby da uno solido....

Il colore degli occhi di un Birmano Red-Point e' di un Blu intenso e rappresenta uno dei piu' bei contrasti con il Rosso Fuoco della sua maschera.

IL Cream-Point

I Sacri di Birmania Cream-Point sono l'equivalente diluito dei loro fratelli Red-point, il che dovra' portare l'allevatore ad avere ancora piu' pazienza prima di sapere se possiede un soggetto da compagnia o da esposizione!

Per il resto, le caratteristiche sono le stesse per il Cream che per il Red perche' anche loro hanno la fortuna di possedere dei stupendi occhi Blu.

INDICE

Le Tortie Point

Per una ragione puramente genetica il colore Tortie � un lusso che possono avere solo le gatte femmine (tranne qualche rara eccezione -gi� appurata- della natura!)

Le Tortie-Point hanno tutte le loro estremit� fatte di colori (2) mescolati casualmente tra di loro.

Alcune persone le trovano adorabili ed altre, (specialmente i puristi), decisamente difficili da apprezzare...in quanto non amano la poca precisione con la quale inizia e finisce il guanto.

In effetti quando le zone rosse sono pallide, quindi soprattutto nelle variet� diluite, pu� risultare difficile notare eventuali irregolarit�.

Con le Tortie per� si possono ottenere un' infinit� di variet� di mantello, tutte hanno rigorosamente gli occhi blu e i guanti bianchi ma quel che piu' sorprende � che nessuna gatta � identica ad un'altra -anche se nella stessa variet� di colore- rendendola a tutti gli effetti un soggetto unico!

Abbiamo quindi le seguenti Variet�:

Le Seal-Tortie Point

Le Seal-Tortie-Point hanno una ripartizione casuale tra il colore Seal e il colore.

 Non sono delle variet� diluite.

 

Le Blue-Tortie Point  


Le Birmane Blue-Tortie-Point hanno invece una ripartizione casuale del colore Blu e del Crema e sono naturalmente la diluizione delle Seal-Tortie.

 

 

Le Chocolate-Tortie Point

 

Le Tortie Chocolate come lo indica il loro nome hanno invece una ripartizione aleatoria del colore cioccolato e del colore rosso (o Red).

 

Non sono delle variet� diluite.

Le Lilac-Tortie Point

 

Le Birmane
Lilac-Tortie-Point sono la diluizione delle loro sorelle Chocolate-Tortie..

il che equivale a dire una ripartizione casuale dei colori Lilac e Crema.

INDICE

I Tabby e le Tortie-Tabby point

Anche il gene tabby come il gene Orange � Dominante e pu� essere puro (Omozigote) o non puro (eterozigote); il ch� significa che nel primo caso se un Birmano non tabby venisse accoppiato con un Birmano Tabby puro (cio� omozigote), tutti i piccoli mostrerebbero le tipiche marcature, mentre nel secondo caso avremmo in linea teorica 50% dei cuccioli tabby e 50% non tabby.

Il disegno dei gatti Tabby � quello tipico tigrato dei felini selvatici e pu� avere diversi motivi.
E' caratterizzato dalla famosa M che si disegna sulla maschera, dalle striature sulle zampe e dagli anelli sulla coda. Gli occhi ed il naso sono contornati da un segno nero quasi da sembrare matita, e il tartufo va dal rosa al rosso mattone a seconda dei colori di mantello.
Il mento e l'interno delle orecchie sono bianchi e si pu� contraddistinguere una particolare e caratteristica marca a forma di impronta di pollice proprio sull'esterno delle orecchie.

La marcatura tabby pu� accompagnare tutti i colori finora elencati comprese le tortie point che si chiameranno Tortie-Tabby o pi� facilmente "Torbie" (dalla contrazione delle due parole).
 

Potremmo quindi avere:

a) Seal Tabby

 

   

b) Blue Tabby

   

   

   

c) Chocolate Tabby


d)
Lilac Tabby

   


e)
Red Tabby


f)
Cream Tabby



g)
Seal Tortie Tabby --> (o Seal Torbie)
h) Blue
Tortie Tabby --> (o Blue Torbie)
i)
Chocolate Tortie Tabby --> (o Chocolate Torbie)
j)
Lilac Tortie Tabby --> (o Lilac Torbie)

 

INDICE

IL CINNAMON-POINT E IL SILVER-POINT
*prossimamente*

Perch� non lasciate le vostre impronte sul nostro GuestBook ?! :-)

Sign my Guestbook


HOME  

Cosa c'� di Nuovo   A Proposito di Me   I Miei Gatti   Il Gatto Sacro di Birmania   Cuccioli   Lo Standard

Articoli Felini   Genetica   Boutique Birmana   La Galleria dei Cuccioli   Links   Come Contattarmi   Commenti

Glossario

firmate, firmate, firmate!!  per qualunque cosa: Scrivetemi!



Questa pagina ha avuto: Visitatori

� Copyright 2000 Anne-Val�rie Tragarz